Modulo di domanda

 


La domanda dovrà essere compilata su apposito modello scaricabile dal link in fondo a questa pagina, oppure disponibile gratuitamente anche presso le sedi della CONFAGRICOLTURA (sede del Fondo), i cui uffici sono disponibili per informazioni e assistenza nella compilazione delle pratiche.

Alla domanda dovranno essere sempre allegati i seguenti documenti (ulteriori specifiche anche sul retro del modulo di domanda):

MALATTIA

Per i lavoratori agricoli a tempo determinato:

1. Tagliando di saldo rilasciato dall’ INPS ;
2. Buste paga relative al periodo in cui si è verificato l’evento ed al mese precedente.

Per i lavoratori agricoli a tempo indeterminato:

1. Certificato Medico ;
2. Buste paga relative al periodo in cui si è verificato l’evento ed al mese precedente.


INFORTUNIO

1. Tagliando di saldo rilasciato dall’ INAIL ;
2. Buste paga relative al periodo in cui si è verificato l’evento ed al mese precedente.


MATERNITA’ - CASSA INTEGRAZIONE


1. Tagliando di saldo rilasciato dall’ INPS ;
2. Buste paga relative al periodo in cui si è verificato l’evento ed al mese precedente.

Tutte le pratiche di integrazione di malattia infortunio e maternità dovranno essere presentate entro 12 mesi dalla liquidazione degli istituti previdenziali e assicurativi.


RIMBORSO ALLE AZIENDE DELLE INDENNITÀ ANTICIPATE:

Constatata l’esistenza sempre più diffusa di prassi e accordi aziendali che prevedono l’anticipo dell’indennità FIMILA da parte delle aziende ai propri dipendenti, il Comitato di Gestione stabilisce che in detti casi, dietro esplicita richiesta dell’azienda controfirmata dal lavoratore avente diritto, l’erogazione delle indennità può essere versata direttamente al datore di lavoro. Alla domanda di integrazione, presentata sull’apposita modulistica dovrà essere allegata oltre a copia dei documenti ordinariamente previsti, anche copia del cedolino paga dal quale risulti l’erogazione dell’anticipo per un importo almeno pari a quello dell’indennità F.I.M.I.L.A.. In tali casi l’assoggettamento a ritenuta IRPEF di tale indennità è effettuato direttamente dal datore di lavoro medesimo.
modulo di domanda